/Poesie/Ricerche d'autore/ Muhammad Iqbal
Cerca
Magicamente
storie e poesie
Venerdì, 9 novembre è stato l'anniversario della nascita di  Muhammad Iqbal,
di cui propongo alcune  poesie
corredate da dipinti di Charles Demuth, artista statunitenze di cui anche per lui
ricorre  l'anniversario della nascita il 9 novembre.





Lo zefiro del mattino

Vengo dal vasto mare, dalle cime de' monti,
ma non conosco il luogo lontano dove sono nato.
Al triste uccello porto messaggi di Primavera,
in fondo al suo nido riverso gelsomini d'argento.
Rotolo sopra l'erba, e allo stelo del tulipano m'avvinghio,
e colori e profumi gli spremo nell'intimo seno;
e, a che non si pieghi a mie carezze il suo gambo,
soavissimo e lieve mi abbraccio al colle del fiore.
E quando il Poeta lamenta il dolor dell'Amica
alitando a fiotti, mi mescolo ai suoi melodiosi sospiri.

Muhammad Iqbal




SIAMO STATI CREATI, MA NON FINITI


Il desiderio gira a piedi nudi
nella pancia dell'uomo, e bussa:
desiderio di bere, di mangiare, di escreare
una volta per tutte le chiavi nel burrone.

Se ti chiudo la porta in faccia sono morto;
se ti apro è la fame
di come ti presenti - la tua forma,
e questa porta fa parte della mia.

Siamo stati creati, ma non finiti:
la musica è perfettibile nella canna
del flauto, ci vuole la falce e la lontananza
e il desiderio di danzare sul suo piede.



PATRIA

Patria sono un tuo paria
città sono un tuo apolide
strada sono una tua marchetta
lampione sono una tua ombra
corpo sono la tua ragione di esistere
se questo si chiama esistenza
io mi chiamo fuori.





IMBOSCATA

Nella luna vedo il bosco specchiato.
Brancolo tra i fusti d'albero, una vecchia scorza
i piedi inceppati dal rigoglio del sottobosco.
Penso alla mia lontana figura sulla luna
che il bosco si riprende.

Che umido tappeto hai steso, rugiada
sopra il pianeta furente
sul quale gli scoiattoli fanno piovere le uova
delle noci, mentre una campana chiama a messa
l'anima torba del mondo.





Sir Muhammad Iqbal (Sialkot, 9 novembre 1877 – Lahore, 21 aprile 1938) è stato un poeta e filosofo pakistano di origine indiana. Viene considerato il poeta nazionale pakistano. Muhammed Iqbal viene spesso titolato "Allama Iqbal" (in arabo: ‏علامہ اقبال‎).[1] Si tratta di un titolo onorifico nel senso di "erudito". La maggioranza delle sue opere sono state scritte in lingua persiana.Iqbal conseguì il suo Master of Arts in Filosofia a Lahore, allora parte dell'India britannica. Tra il 1905 e il 1907 studiò giurisprudenza e filosofia a Cambridge, Monaco di Baviera e Heidelberg. Erano questi gli anni che portarono il giovane Iqbal a paragonare l'Oriente e le sue filosofie con quelle dell'Occidente. Consapevole che la cultura islamica era in declino, sviluppò al suo ritorno in patria il desiderio di riportare la cultura musulmana alle antiche glorie spirituali. Per ottenere ciò predicò la solidarietà islamica. Tra le sue opere più importanti Asrar-e Khudi ("I segreti di Dio"), 1915 e Payam-e-Mashriq ("il messaggio dell'Est", 1923), che fu scritto come risposta a Il divano occidentale-orientale di Goethe. Allama Iqbal lasciò non solo innumerevoli opere poetiche ma influenzò la politica e la filosofia; in questo fu molto vicino al genio universale Goethe, che Iqbal ammirava in maniera profonda. Nel 1930 in funzione di presidente della conferenza della Lega musulmana Iqbal lottò per uno Stato musulmano separato nel sub-continente indiano: un Pakistan indipendente. A Monaco di Baviera nel quartiere di Schwabing; nella piazza Habsburgerplatz, dove Iqbal abitava da studente, è stato eretto un monumento a sua memoria.A Heidelberg 1200 m di sponda del fiume Neckar sono dedicati al filosofo, poeta, politico Iqbal.In Italia la sua opera è stata divulgata da Alessandro Bausani.





Charles Demuth (Lancaster, 9 novembre 1883 – Lancaster, 23 ottobre 1935) è stato un pittore statunitense precisionista., Studiò presso l'Accademia delle Belle Arti di Philadelphia dove conobbe, alla locanda che gestiva, William Carlos Williams. Da lì nacque un'amicizia che sarebbe durata poi per tutta la vita. Una volta terminati gli studi a Filadelfia, Demuth si trasferì per studio a Parigi presso l'Académie Colarossi e l'Académie Julian: qui divenne parte del movimento artistico dell'Avant garde. La comunità artistica si rivelò inoltre capace di accettare l'omosessualità di Demuth. Nell'ambiente parigino conobbe anche Marsden Hartley, semplicemente avvicinandosi ad un gruppo di artisti americani a tavola e chiedendo se poteva sedersi con loro. Demuth aveva molto senso dell'umorismo e amava i doppi sensi, r gli chiesto di diventare membro permanente del loro gruppo. Attraverso Hartley Demuth conobbe Alfred Stieglitz e divenne membro del Gruppo Stieglitz. In 1926, per la prima volta, ebbe un'esposizione personale presso una galleria di New York, gestita dal suo amico e compagno Alfred Stieglitz. Demuth venne o ferito quando era bambino (all'età di soli quattro anni) o contrasse la poliomielite o la tubercolosi all'anca che lo rese zoppo e lo costrinse ad usare un bastone da passeggio. Sviluppò in seguito il diabete e fu una delle prime persone negli Stati Uniti a ricevere l'insulina. Passò gran parte della sua vita in condizioni di salute precarie, morendo a Lancaster all'età di soli 51 anni a causa di complicazioni diabetiche. Il suo dipinto più famoso, "The Figure 5 in Gold", fu ispirato dalla poesia del suo amico William Carlos Williams "The Great Figure". Questo è uno di nove ritratti che Demuth creò per onorare il suo amico. Dipinse ritratti anche per artisti del calibro di Georgia O'Keeffe, Arthur Dove, Charles Duncan, Marsden Hartley, John Marin e per scrittori quali Gertrude Stein, Eugene O'Neill Wallace Stevens e Williams. Ne creò uno anche per l'intrattenitore travestito Bert Savoy.
Letto volte.

I più letti del mese

Ricerche d'autore - Ho contato i miei anni Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da ora...

Poesie a tema - Poesie sulla speranza Strofe per musica I Dicono che la Speranza sia...

Ricerche d'autore - Il 18 settembre del 1922 nacque Luciano Erba, poeta, critico letterario e traduttore...

^ Top