/Recensioni/ Poesie
Cerca
Magicamente
storie e poesie

Patrizia Cavalli
Pigre divinità e pigra sorte
Einaudi 2006



Patrizia Cavalli è nata a Todi e vive a Roma e ha pubblicato per Einaudi alcune raccolte di successo: Le mie poesie non cambieranno il mondo (1974), Il cielo (1981), Poesie 1974-1992 (1992), L'io singolare proprio mio e Sempre aperto teatro (1999). Con la raccolta "Sempre aperto teatro", ha vinto il Premio Letterario Viareggio-Repaci. L'ultima raccolta è Pigre divinità e pigra sorte (2006). Sempre per l'editore Einaudi ha tradotto il Sogno di una notte d'estate di Shakespeare.
Poesia, quella della Cavalli, raffinata e dalla complessa tecnica poetica. Le misure metriche che utilizza sono classiche ma il lessico e la sintassi della lingua è quella d'uso contemporaneo. Una poesia dunque senza poeticismi e manierismi scritta in una lingua naturale e familiare.


Fare scienza di tutto ciò che la scienza trascura o ignora: sembra questa la vocazione più forte e costante che si manifesta (o si nasconde) nella poesia più recente di Patrizia Cavalli. Che pur somigliando sempre a se stessa, sviluppa ora un'attitudine riflessiva di genere filosofico intorno ai misteri di ciò che solo in apparenza è chiaro: le ragioni e le condizioni del piacere e del dolore, i mutamenti impercettibili e decisivi che confondono o che intensificano quello che sentiamo e siamo.
Le poesie epigrammatiche diminuiscono a vantaggio di monologhi più ampi e ragionati. In questo libro troviamo due poemetti che fanno capitolo a sé, Aria pubblica e La Guardiana. Il primo è una perfetta epistola civile in stile illuministico sull'uso dello spazio urbano. Il secondo è un racconto «figurale» sul labirinto dove si cerca la stanza del tesoro nascosto che forse aspetta solo il nostro arrivo per esistere e rivelarsi.
Pochi sono i poeti contemporanei capaci come Patrizia Cavalli di attivare una così raffinata e complessa tecnica poetica sia nell'improvvisazione più veloce che nella più sorprendente costruzione discorsiva e narrativa. Le misure metriche classiche le sono naturali e familiari come il lessico e la sintassi della lingua d'uso contemporanea.


Novità letterarie

 
Letto volte.

I più letti del mese

Il pensiero del giorno - “Ho scoperto che c’è della poesia nel cibo, mentre è scomparsa da...

Poesie -   La vita non si perde morendo; la vita si perde minuto dopo minuto, giorno trascinando...

Le mie poesie - Con il cuore La mente ha sempre  desideri, curiosità, e forza e...

^ Top